Sportello Polifunzionale

Filo Diretto con il Comune

Calcoli

Rivoli App

News PA

Scarica e installa Adobe Acrobat Reader per visualizzare i documenti in formato pdf.

Scarica Adobe Acrobat Reader

AREE TEMATICHE

Titolo Procedimento
GIURAMENTO PER ACQUISTO DI CITTADINANZA A SEGUITO DI DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA O DELLA PREFETTURA
Oggetto
La cittadinanza italiana si basa sul principio dello "ius sanguinis" (diritto di sangue), per il quale il figlio nato da padre o madre italiana è italiano. I cittadini stranieri, possono acquistarla se in possesso di determinati requisiti.
La materia è attualmente regolata dalla legge n. 91 del 5 febbraio 1992, come modificata dalla legge n. 94 del 15 luglio 2009 e successivi regolamenti.
In base a questi è possibile individuare due tipologie di concessione :
1) PER MATRIMONIO (art.5 della legge 91 del 5 febbraio 1992)
2) PER RESIDENZA (art.9 della legge 91 del 5 febbraio 1992)
Direzione
DIREZIONE SERVIZI ALLA PERSONA
Servizio
STATO CIVILE-SERVIZI DEMOGRAFICI
Responsabile del procedimento
TORELLI ERIKA
Indirizzo mail e recapito telefonico responsabile del procedimento
erika.torelli@comune.rivoli.to.it
tel. 0119513280 - 281
Descrizione
La Prefettura trasmette il decreto di concessione della cittadinanza italiana all'Ufficiale dello Stato Civile del Comune di residenza del cittadino straniero. L'ufficiale dello Stato Civile consegna copia del Decreto all'interessato invitando il beneficiario ad effettuare il giuramento entro 6 mesi dal giorno della consegna, così come previsto dall'art.10 della legge 5/2/1992 n. 91. Dopo aver concordato un appuntamento con il Sindaco per il giuramento, ad avvenuto giuramento l'Ufficiale dello Stato Civile trascrive il Decreto trasmesso dalla Prefettura e predisporrà la trascrizione dell'atto di nascita del beneficiario. dopo di che trasmetterà le comunicazioni relative all'acquisto della cittadinanza alla Prefettura, alla questura all'Ufficio anagrafe.
Ufficio
STATO CIVILE CIMITERO
Requisiti
Consessione della cittadinanza italiana per matrimonio (art.5 della legge 91 del 5 febbraio 1992)
Il cittadino straniero o apolide , coniugato con un cittadino italiano può chiedere di acquistare la cittadinanza italiana.
Requisiti: residenza legale in Italia da almeno due anni dopo il matrimonio, ovvero dopo due anni dalla data di naturalizzazione del coniuge se avvenuta successivamente alla data del matrimonio (tali termini sono ridotti della metà in presenza di figli nati o adottati dai coniugi)
Concessione della cittadinanza italiana per residenza (art.9 della legge 91 del 5 febbraio 1992)
l cittadino straniero residente in Italia può chiedere, ai sensi dell'art. 9 della legge 5 febbraio 1992, n. 91, comma 1, e successive modifiche e integrazioni (comprese le disposizioni di cui alla legge 15 luglio 2009, n. 94), la cittadinanza italiana che verrà concessa con decreto del Presidente della Repubblica, su proposta del Ministro dell'Interno.

Requisiti
Il medesimo può fare domanda se:
è nato in Italia e vi risiede legalmente da almeno 3 anni (art. 9, c. 1, lett. A);
è figlio o nipote in linea retta di cittadini che siano stati italiani per nascita, e risieda legalmente in Italia da almeno 3 anni (art. 9, c. 1, lett. A);
è maggiorenne, adottato da cittadino italiano, e risiede legalmente in Italia da almeno 5 anni, successivi all'adozione (art. 9, c. 1, lett. B);
ha prestato servizio, anche all'estero, per almeno 5 anni alle dipendenze dello Stato Italiano (nel caso di servizio all'estero, non occorre stabilire la residenza in Italia e può presentare domanda alla competente autorità consolare (art. 9, c. 1 lett. C);
è cittadino U.E. e risiede legalmente in Italia da almeno 4 anni (art. 9, c. 1, lett. D);
è apolide o rifugiato e risiede legalmente in Italia da almeno 5 anni successivi al riconoscimento del relativo "status" (art. 9, c. 1 lett. E);
è cittadino straniero e risiede legalmente in Italia da almeno 10 anni (art. 9, c. 1 lett. F).
Per ulteriori approfondimenti è necessario contattare la Prefettura di Torino.
Documentazione
Per il giuramento:
- Decreto di concessione cittadinanza
- documento d'identità in corso di validità
-
Soggetto a cui è attribuito, in caso di inerzia, il potere sostitutivo
IL DIRIGENTE DIREZIONE SERVIZI ALLA PERSONA
Scadenza
Il giuramento può essere prestato entro sei mesi dalla notifica del decreto di concessione
Dove rivolgersi
Per l'avvio della pratica rivolgersi alla Prefettura di Torino - Ufficio cittadinanze

Per il giuramento Ufficio di Stato Civile
Costo
Contributo di Euro 200, da versare alla Posta
Ufficio competente dell'adozione finale
Ufficio Stato Civile
Soggetto in caso di inerzia
Dirigente direzione Servizi alla Persona

immagine bottone indietro