Sportello Polifunzionale

Filo Diretto con il Comune

Calcoli

Rivoli App

News PA

Scarica e installa Adobe Acrobat Reader per visualizzare i documenti in formato pdf.

Scarica Adobe Acrobat Reader

AREE TEMATICHE

Titolo Procedimento
RIMBORSO O COMPENSAZIONE TARSU/TARES/TARI
Oggetto
MODALITA' E TEMPISTICHE PER RICHIESTA RIMBORSO O COMPENSAZIONE TASSA RIFIUTI VERSATA ERRONEMENTE OD IN ECCESSO
Oggetto - Allegati
istanza rimborso o compensazione tari.pdf (file .pdf - dimensione 190 KB)
Direzione
DIREZIONE SERVIZI ECONOMICO FINANZIARI
Servizio
TARSU
Responsabile del procedimento
SCAVINO FEDERICA
Indirizzo mail e recapito telefonico responsabile del procedimento
Tel. n. 011 9513536 - e-mail tributi@comune.rivoli.to.it
Descrizione
Il contribuente che ritiene di avere versato una tassa superiore a quella dovuta può presentare una domanda di rimborso TARSU/TARES/TARI entro il termine di cinque anni dalla data del versamento o dalla data in cui sia stato definitivamente accertato il diritto alla restituzione (ad esempio per sentenza diventata definitiva). Anche l'operatore di sportello, nel caso di denuncia di variazione o cessazione presentata dal contribuente allo sportello, può riscontrare un eccessivo versamento e invitarlo quindi a presentare domanda di rimborso.
L'ufficio se nel corso dell'istruttoria non può definire la posizione del Contribuente, lo invita a trasmettere i documenti necessari entro un dato termine decorso inutilmente il quale il rimborso si intende negato. Se il cittadino provvede ad integrare la documentazione necessaria (o presenta la domanda già con tutti gli allegati previsti), l'Ente entro 180 giorni deve provvedere al rimborso
Nel caso in cui, a seguito della verifica, non risulti dovuto alcun rimborso l'ufficio emette un provvedimento di diniego contro il quale il Contribuente può presentare ricorso in commissione tributaria entro il termine di 60 giorni dalla notifica. Anche nel caso di mancata risposta da parte del Comune alla domanda di rimborso (cosiddetto silenzio-rifiuto) il Contribuente può presentare ricorso in Commissione Tributaria.
Qualora invece venga accertato il diritto al rimborso l'Ufficio emette un apposito provvedimento che viene inviato al Contribuente; contestualmente l'ufficio trasmette al Servizio Ragioneria l'elenco dei Contribuenti da rimborsare con l'indicazione oltre che degli importi e degli anni di imposta anche delle modalità di pagamento (assegno circolare, o accredito sul conto corrente, dietro comunicazione dell'iban).
Il contribuente, in luogo del rimborso, può anche optare per la compensazione dell'importo versato in eccedenza sui pagamenti dovuti per gli anni successivi. In questo ultimo caso l'ufficio dopo ad aver verificato la congruità dell'eccedenza delle somme versate, provvede a comunicare al Contribuente il diritto alla compensazione ed effettuare la contabilizzazione sui versamenti successivi.
Requisiti
Versamento da parte del contribuente di una tassa superiore a quella dovuta.
In tal caso il contribuente può presentare una domanda di rimborso TARSU/TARES/TARI entro il termine di cinque anni dalla data del versamento o dalla data in cui sia stato definitivamente accertato il diritto alla restituzione (ad esempio per sentenza diventata definitiva).
Normative
LEGGE N. 214/2011 E S.M.I. E LEGGE N.147/2013 E S.M.I
Regolamento interno
REGOLAMENTO COMUNALE PER L'APPLICAZIONE DELLA TARSU, DELLA TARES E DELLA IUC
Scadenza
180 gg
Dove rivolgersi
Sportello Polifunzionale C.so Francia, 98 Rivoli
Orari di Apertura dal lunedì al giovedì 8,30 - 16,00 - il venerdì e il sabato 8,30 - 12,00 (suscettibili di modifica nelle festività e durante il periodo estivo)
Soggetto in caso di inerzia
Il soggetto sostitutivo in caso d'inerzia è il Segretario Generale, dott.ssa Elisabetta SCATIGNA
e-mail: elisabetta.scatigna@comune.rivoli.to.it
tel. n. 9513210
PEC: comune.rivoli.to@legalmail.it
Strumenti di tutela amministrativi e giuridizionali
In caso di provvedimento di diniego il Contribuente può presentare ricorso in commissione tributaria entro il termine di 60 giorni dalla notifica. Anche nel caso di mancata risposta da parte del Comune alla domanda di rimborso (cosiddetto silenzio-rifiuto) il Contribuente può presentare ricorso in Commissione Tributaria.

immagine bottone indietro