Sportello Polifunzionale

Filo Diretto con il Comune

Calcoli

Rivoli App

News PA

Scarica e installa Adobe Acrobat Reader per visualizzare i documenti in formato pdf.

Scarica Adobe Acrobat Reader

AREE TEMATICHE

Titolo Procedimento
TAXI - Subingresso nella licenza per atto tra vivi
Oggetto
Chi intende ottenere il trasferimento della licenza per esercitare il servizio taxi deve presentare domanda al Comune di rilascio dell'autorizzazione
Direzione
DIREZIONE RISORSE UMANE E TUTELA DEL CITTADINO
Servizio
COMMERCIO
Responsabile del procedimento
CALIGARA RENZO
Requisiti
Sono precisati dall'art. 10 e 11 del Regolamento per la gestione unificata del servizio pubblico taxi nell'area metropolitana torinese. Riguardano:
a) idoneità morale;
b) certificato di abilitazione professionale (C.A.P.) per la guida di autoveicoli;
c) iscrizione nel ruolo provinciale dei conducenti dei servizi pubblici non di linea presso la C.C.I.A.A.;
d) proprietà o disponibilità in leasing del veicolo;
e) cittadinanza italiana o di uno Stato appartenente all'Unione Europea, oppure essere regolarmente residente/soggiornante in Italia ai sensi del D.P.R. 30/05/1989, n. 223, della Legge delega 06/03/1998, n. 40 e del D.Lgs. 25/07/1998, n. 286 "Testo unico delle disposizioni concernenti la disciplina dell'immigrazione e norme sulla condizione dello straniero;

2. Il requisito di idoneità morale non risulta soddisfatto se i soggetti interessati :
a) hanno riportato, per uno o più reati, una o più condanne irrevocabili alla reclusione in misura superiore complessivamente ai due anni per delitti non colposi;
b) hanno riportato una condanna irrevocabile a pena detentiva per delitti contro la persona, il patrimonio, la fede pubblica, l'ordine pubblico, l'industria e il commercio;
c) hanno riportato condanna irrevocabile per reati puniti a norma degli articoli 3 e 4 della legge 20 febbraio 1958, n. 75;
d) risultano sottoposti con provvedimento esecutivo ad una delle misure di prevenzione previste dalla legge 27 dicembre 1956, n. 1423 e successive modificazioni ed integrazioni;
e) risultano appartenenti ad associazioni di tipo mafioso di cui alla legge 31 maggio 1965, n. 575 e successive modificazioni ed integrazioni.

Il requisito dell'idoneità morale continua a non essere soddisfatto fintantoché non sia intervenuta la riabilitazione .

I titolari di licenza che vogliono esercitare il servizio in forma singola devono essere iscritti, nella qualità di impresa artigiana di trasporto, all'albo delle imprese artigiane previsto dall'articolo 5 della Legge 8 agosto 1985, n. 443 .
I titolari che vogliono esercitare il servizio in forma associata possono:
a) associarsi in cooperative di produzione e lavoro, intendendo come tali quelle a proprietà collettiva, ovvero in cooperative di servizi, operanti in conformità alle norme vigenti sulla cooperazione;
b) associarsi in consorzio tra imprese artigiane ed in tutte le altre forme previste dalla legge .
E' consentito conferire la licenza agli organismi collettivi di cui sopra, ferma restando la titolarità in capo al conferente. Il conferimento attribuisce ai predetti organismi collettivi la gestione economica dell'attività autorizzata
Non è ammesso il cumulo in capo ad un medesimo soggetto
- di più licenze per l'esercizio del servizio taxi
- di licenza per l'esercizio del servizio taxi e autorizzazione per l'esercizio del servizio di noleggio con conducente, anche se rilasciate da Comuni diversi.
Normative
Legge 15/1/1992 nr. 21 "Legge quadro per il trasporto di persone mediante autoservizi pubblici non di linea"
Regolamento per la gestione unificata del servizio pubblico taxi nell'area metropolitana torinese, adottato con Deliberazione del Consiglio Provinciale nr. 91-26636 del 24/9/2014
Elenco documenti necessari
Elenco documenti scaricabili
Scadenza
Il richiedente ha l'obbligo di iniziare il servizio entro novanta giorni dalla data di trasferimento della licenza, sotto pena di decadenza, salvo proroga accordata per cause di forza maggionre debitamente documentate e non imputabili all'interessato
Dove rivolgersi
All'Ufficio Commercio, Palazzo Municipale, C.so Francia 98, 10098 Rivoli, tel. 01195 13300; p.e.: commercio@comune.rivoli.to.it; fax: 011 9511886
Ufficio competente dell'adozione finale
Dirigente Direzione Risorse Umane e Servizi ai Cittadini e alle Imprese
Soggetto in caso di inerzia
Segretario Generale, Dott.ssa Elisabetta Scatigna, tel. 011 9513300, corso Francia, 98, comune.rivoli.to@legalmail.it

immagine bottone indietro