Sportello Polifunzionale

Filo Diretto con il Comune

Calcoli

Rivoli App

News PA

Scarica e installa Adobe Acrobat Reader per visualizzare i documenti in formato pdf.

Scarica Adobe Acrobat Reader

AREE TEMATICHE

Titolo Procedimento
AGEVOLAZIONI ED ESENZIONI TASSA RIFIUTI TARI
Oggetto
REQUISITI E MODALITA' PER ACCEDERE ALLE AGEVOLAZIONI ED ESENZIONI TASSA RIFIUTI
Oggetto - Allegati
Direzione
DIREZIONE SERVIZI ECONOMICO FINANZIARI
Servizio
TARES
Responsabile del procedimento
SCAVINO FEDERICA
Indirizzo mail e recapito telefonico responsabile del procedimento
tel. n. 011 9513536 - e mail tributi@comune.rivoli.to.it
Descrizione
Il contribuente per versare la tari - tassa sui rifiuti - in misura inferiore a quella determinata dalla applicazione della tariffa di riferimento alla superficie calpestabile dell'immobile, espressa in metri quadrati, e al numero componenti, nel caso di utenze domestiche, deve trovarsi in una delle condizioni previste dalla Legge o dal Regolamento comunale per l'imposta unica comunale - Iuc. In caso di esenzione o agevolazione la Tari non è dovuta o è ridotta ed il relativo importo non versato dal Contribuente rimane a carico del Comune, con obbligo di copertura della predetta spesa. La riduzione presuppone invece un utilizzo proporzionalmente inferiore del servizio raccolta rifiuti, per cui il versamento ridotto è compensato da un minore costo del servizio di raccolta e smaltimento. Per avere diritto alle esenzioni o agevolazioni occorre che il contribuente fornisca all'ufficio, unitamente all'istanza, apposita documentazione comprovante il diritto medesimo.
Possono essere richieste le seguenti agevolazioni per le utenze domestiche:
- agevolazione per contribuenti a basso reddito => fino a un reddito ISEE di Euro 5.000,00 del 95%, da Euro 5.000,01 a Euro 8.000,00 del 70%, da Euro 8.000,01 a Euro 15.000,00 del 50%; per le famiglie con un portatore di handicap grave e con un reddito ISEE fino a Euro 22.000,00 del 30% : la domanda deve essere trasmessa all'ufficio Tari entro il 31 maggio di ciascun anno e deve includere la documentazione ISEE fornita dal CAF o dall'INPS (la validità della certificazione ISEE è di un anno dalla data di rilascio): occorre verificare che il nucleo indicato nella certificazione corrisponda a quello anagrafico;

Possono essere richieste le seguenti agevolazioni/esenzioni per le utenze non domestiche:
- per gli asili nidi e le scuole di ogni ordine e grado pubblici e privati, è prevista la riduzione del tributo, nella misura del 50%, ed eventualmente l'esenzione totale nel caso in cui attivino progetti mirati alla educazione alla tutela ambientale e del territorio, anche su proposta dell'Amministrazione Comunale. Quest'ultima esenzione verrà accordata per l'anno successivo a quello in cui vengono realizzati i progetti, preventivamente valutati da parte dei Servizi Istruzione ed Ecologia, che provvederanno a dare comunicazione dell'esito positivo al Servizio Tributi entro l'anno solare di realizzazione del progetto;
- per le opere pie, le chiese e gli istituti religiosi di ogni culto, associazioni sportive, culturali, politiche, religiose, sindacali, circoli aziendali e ricreativi e simili, impianti sportivi, sia alla cosa principale sia alle relative pertinenze e accessori, viene applicata una riduzione del tributo, in misura del 50%;
- per le organizzazioni non lucrative di utilità sociale (ONLUS), iscritte nell'anagrafe tributaria delle ONLUS istituite presso il Ministero delle Finanze, è prevista un'esenzione totale del tributo. Tale esenzione è riconosciuta a condizione che la ONLUS non stipuli accordi con terzi (es. erogazione prestazioni) a fronte dei quali venga riconosciuto un corrispettivo economico. In caso contrario si applicherà unicamente la riduzione del 50%;
- per le nuove iniziative imprenditoriali, nel caso specifico microimprese (ditte individuali, società di persone, società di capitali nelle quali almeno la metà dei componenti abbia i requisiti di cui sotto) operanti nei settori dell'agricoltura, artigianato, commercio, industria, turismo e servizi e con meno di 10 dipendenti, posti in essere da:
-giovani di età compresa tra i 18 e 35 anni;
-lavoratori posti in mobilità secondo le norme vigenti;
- lavoratori provenienti da aziende in liquidazione o sottoposte a procedure concorsuali o da stabilimenti dismessi;
- persone iscritte nelle liste di collocamento da almeno 24 mesi;
- donne, indipendentemente dal possesso dei requisiti di cui sopra;
il tributo, con riferimento alle specifiche categorie relative alle diverse tipologie di attività, è ridotto del 50% dal mese seguente alla data di presentazione della denuncia di occupazione o detenzione dei locali in cui si svolge l'attività e per i due anni solari successivi. Alla denuncia iniziale dovranno essere allegati tutti i documenti comprovanti i requisiti richiesti per avere diritto alla presente riduzione. In alternativa i soggetti sopra elencati possono produrre una autocertificazione che attesti la loro nuova iniziativa imprenditoriale.

Nel caso di agevolazioni connesse alla situazione reddituale del contribuente (con presentazione dell'i.s.e.e), la domanda deve essere presentata ogni anno, entro e non oltre il 31 maggio, allegando l'attestazione i.s.e.e. aggiornata ed in corso di validità.
Qualora la domanda pervenisse tramite protocollo, l'ufficio provvederà all'esame della posizione convocando il contribuente soltanto in caso di mancanza dei dati necessari.
Nel caso la domanda pervenga oltre le scadenze previste dal regolamento comunale, le relative riduzioni tariffarie decorrono dall'anno successivo.
Sulle istanze presentate sono effettuati dall'ufficio controlli a campione, l'indebita applicazione di tariffe agevolate comporta l' emissione di un avviso di accertamento con recupero del maggiore tributo.
Requisiti
Il contribuente per versare la tari - tassa sui rifiuti - in misura inferiore a quella determinata dalla applicazione della tariffa di riferimento alla superficie calpestabile dell'immobile, espressa in metri quadrati, e al numero componenti, nel caso di utenze domestiche, deve trovarsi in una delle condizioni previste dalla Legge o dal Regolamento comunale per l'imposta unica comunale - Iuc. In caso di esenzione o agevolazione la Tari non è dovuta o è ridotta ed il relativo importo non versato dal Contribuente rimane a carico del Comune, con obbligo di copertura della predetta spesa. La riduzione presuppone invece un utilizzo proporzionalmente inferiore del servizio raccolta rifiuti, per cui il versamento ridotto è compensato da un minore costo del servizio di raccolta e smaltimento. Nel caso di esenzioni o agevolazioni occorre che il contribuente presenti obbligatoriamente all'ufficio, unitamente all'istanza, apposita documentazione comprovante il diritto all'esenzione/agevolazione medesima.
Normative
LEGGE N.147/2013 E S.M.I.
Regolamento interno
REGOLAMENTO COMUNALE PER L'APPLICAZIONE DELLA IUC
Scadenza
Data di approvazione del primo ruolo successivo all'istanza
Dove rivolgersi
Sportello Polifunzionale C.so Francia, 98 Rivoli
Orari di Apertura: dal lun. al giov. 8,30-16,00 - il ven. e sab. 8,30-12,00 (suscettibili di modifica nelle festività e durante il periodo estivo)
Soggetto in caso di inerzia
Il soggetto sostitutivo in caso d'inerzia è il Segretario Generale dott.ssa Elisabetta SCATIGNA
e-mail elisabetta.scatigna@comune.rivoli.to.it

PEC: comune.rivoli.to@legalmail.it

tel. n. 9513210
Strumenti di tutela amministrativi e giuridizionali
Ricorso alla Commissione Tributaria provinciale entro 60 gg. dal provvedimento di rigetto

immagine bottone indietro