Sportello Polifunzionale

Filo Diretto con il Comune

Calcoli

Rivoli App

News PA

Scarica e installa Adobe Acrobat Reader per visualizzare i documenti in formato pdf.

Scarica Adobe Acrobat Reader

AREE TEMATICHE

Titolo Procedimento
CLASSIFICAZIONE INDUSTRIE INSALUBRI
Oggetto
CLASSIFICAZIONE INDUSTRIE INSALUBRI
Direzione
DIREZIONE SERVIZI AL TERRITORIO E ALLA CITTA'
Servizio
AMBIENTE
Responsabile del procedimento
MICHELIS MICHELE
Indirizzo mail e recapito telefonico responsabile del procedimento
Il responsabile del procedimento è il Funzionario Responsabile del Servizio Ambiente e Patrimonio, Ing. Michele MICHELIS
e-mail: michele.michelis@comune.rivoli.to.it
pec: comune.rivoli.to@legalmail.it
tel: 011 9511792
Descrizione
L'articolo 102 del regio decreto 3 febbraio 1901, n. 45, stabilisce che "in base all'elenco compilato da consiglio superiore di sanità, giusta l'articolo 38 della legge (ora articolo 216 del regio decreto n. 1965 del 1934), delle manifatture o fabbriche che spandono esalazioni insalubri o possono riuscire in altro modo dannose alla salute degli abitanti, la giunta municipale dovrà, a richiesta dell'ufficiale sanitario (ora azienda sanitaria locale), procedere alla classificazione dei predetti stabilimenti in attività del territorio comunale, di determinare se quelli compresi nella prima classe siano sufficientemente isolati nelle campagne, e lontani dalle abitazioni, e se degli altri siano adottate cautele speciali necessarie per evitare documento al vicinato".
L'art. 216 del testo unico delle leggi sanitarie, approvato con regio decreto n. 1265 del 27/7/1934, prevede che le manifatture o fabbriche che producono vapori, gas o altre esalazioni insalubri o che possono riuscire in altro modo pericolose alla salute degli abitanti sono indicate in un elenco diviso in due classi: la prima comprende quelle che debbono essere isolate nelle campagne e tenute lontane dalle abitazioni; la seconda quelle che esigono speciali cautele per l'incolumità del vicinato;
Con decreto del Ministro della Sanità in data 5/9/1994 è stato approvato, in attuazione del citato art. 216, l'elenco delle industrie insalubri, e la relativa classificazione alla quale deve attenersi, nella assegnazione all'elenco, l'autorità sanitaria locale.
Normative
Regio decreto 3 febbraio 1901, n. 45
Testo unico delle leggi sanitarie, approvato con regio decreto n. 1265 del 27/7/1934
Decreto del Ministro della Sanità in data 5/9/1994
Documentazione
Istanza trasmessa tramite il portale SUAP
Scadenza
90 gg. Il termine comprende il termine necessario per l'acquisizione del parere obbligatorio dell'ASL. In caso contrario i termini vengono sospesi fino all'arrivo del parere.
Dove rivolgersi
L'istanza per il rilascio della classificazione di ditta insalubre deve essere inoltra esclusivamente in via telematica attraverso il portale "Impresa in un giorno" (www.impresainungiorno.gov.it) accessibile attraverso il portale SUAP presente sul sito web del Comune.
Per avere informazioni rivolgersi all'Uffcio Ambiente: lun./giov. 8:30 - 16:15; ven. 8:30 - 12:30
Costo
16,00 euro per il deposito dell'istanza
16,00 euro per il rilascio dell'autorizzazione
Ufficio competente dell'adozione finale
Atto deliberativo della Giunta comunale su presentazione dell'ufficio ambiente.
Soggetto in caso di inerzia
Il soggetto che esercita il potere sostitutivo in caso di inerzia è il Segretario Generale, dott.ssa Elisabetta Scatigna
e-mail: elisabetta.scatigna@comune.rivoli.to.it
pec: comune.rivoli.to@legalmail.it
tel. 011 9513210
Strumenti di tutela amministrativi e giuridizionali
Avverso il provvedimento è ammesso ricorso amminsitrativo al Sindaco e/o ricorso giurisdizionale al Tar Piemonte nei modi e nei termini previsti dalla normativa vigente in materia di procedimento amminsitrativo.
Avverso il ritardo o l'inerzia è possibile rricorrere al potere sostitutivo rivolgendosi al titolare dello stesso.

immagine bottone indietro