Sportello Polifunzionale

Filo Diretto con il Comune

Calcoli

Rivoli App

News PA

Scarica e installa Adobe Acrobat Reader per visualizzare i documenti in formato pdf.

Scarica Adobe Acrobat Reader

AREE TEMATICHE

Titolo Procedimento
AUTORIZZAZIONE COLTIVAZIONE DI CAVA
Oggetto
AUTORIZZAZIONE COLTIVAZIONE DI CAVA
Direzione
DIREZIONE SERVIZI AL TERRITORIO E ALLA CITTA'
Servizio
AMBIENTE
Responsabile del procedimento
MICHELIS MICHELE
Indirizzo mail e recapito telefonico responsabile del procedimento
Il responsabile del procedimento è il Funzionario Responsabile del Servizio Ambiente e Patrimonio, Ing. Michele MICHELIS
e-mail: michele.michelis@comune.rivoli.to.it
pec: comune.rivoli.to@legalmail.it
tel: 011 9511792
Descrizione
Chiunque intende procedere acoltivazione di cava deve ottenere l'autorizzazione dell'amministrazione comunale previo ai sensi di quanto disciplinato dal DPR 160 del 2010.
Documentazione
Istanza trasmessa tramite il portale SUAP
Scadenza
90 gg. Il termine comprende il tempo necessario per l'acquisizione del gara obbligatorio dell'Asl di competenza.
Dove rivolgersi
L'istanza per il rilascio dell'autorizzazione coltivazione di cava deve essere inoltra esclusivamente in via telematica attraverso il portale "Impresa in un giorno" (www.impresainungiorno.gov.it) accessibile attraverso il portale SUAP presente sul sito web del Comune.
Per avere informazioni rivolgersi all'Uffcio Ambiente: lun./giov. 8:30 - 16:15; ven. 8:30 - 12:30
Costo
16,00 euro per l'istanza
16,00 euro per l'autorizzazione
Ufficio competente dell'adozione finale
SUAP
Soggetto in caso di inerzia
Il soggetto che esercita il potere sostitutivo in caso di inerzia è il Segretario Generale, dott.ssa Elisabetta Scatigna
e-mail: elisabetta.scatigna@comune.rivoli.to.it
pec: comune.rivoli.to@legalmail.it
tel. 011 9513210
Strumenti di tutela amministrativi e giuridizionali
Avverso il provvedimento è ammesso ricorso amminsitrativo al Sindaco e/o ricorso giurisdizionale al Tar Piemonte nei modi e nei termini previsti dalla normativa vigente in materia di procedimento amminsitrativo.
Avverso il ritardo o l'inerzia è possibile rricorrere al potere sostitutivo rivolgendosi al titolare dello stesso.

immagine bottone indietro