Sportello Polifunzionale

Filo Diretto con il Comune

Calcoli

Rivoli App

News PA

Scarica e installa Adobe Acrobat Reader per visualizzare i documenti in formato pdf.

Scarica Adobe Acrobat Reader

AREE TEMATICHE

Titolo Procedimento
POLIZIA AMMINISTRATIVA - AUTORIZZAZIONE TEMPORANEA DI PUBBLICO SPETTACOLO -PROCEDURA SEMPLIFICATA
Oggetto
Per effettuare spettacoli e manifestazioni temporanee di pubblico spettacolo (es. concerti, feste di partito, ecc.) occorre l'autorizzazione ai sensi dell'art. 68 del T.U.L.P.S.
Per gli spettacoli e manifestazioni temporanee di pubblico spettacolo per i quali è prevista un'affluenza di pubblico non superiore alle 200 persone e la manifestazione si concluda entro le h. 24.00 del giorno in cui ha avuto inizio, si può accedere a una procedura semplificata.
Direzione
DIREZIONE RISORSE UMANE E TUTELA DEL CITTADINO
Servizio
COMMERCIO, SUAP - SPORTELLO UNICO ATTIVITA' PRODUTTIVA
Responsabile del procedimento
CALIGARA RENZO
Requisiti
REQUISITI MORALI
Occorre essere esenti dalle seguenti cause ostative: salve le condizioni particolari stabilite dalla legge nei singoli casi, le autorizzazioni di polizia debbono essere negate: 1) a chi ha riportato una condanna a pena restrittiva della libertà personale superiore a tre anni per delitto non colposo e non ha ottenuto la riabilitazione; 2) a chi è sottoposto all'ammonizione o a misura di sicurezza personale o è¨ stato dichiarato delinquente abituale, professionale o per tendenza. Le autorizzazioni di polizia possono essere negate a chi ha riportato condanna per delitti contro la personalità dello Stato o contro l'ordine pubblico, ovvero per delitti contro le persone commessi con violenza, o per furto, rapina, estorsione, sequestro di persona a scopo di rapina o di estorsione, o per violenza o resistenza all'autorità, e a chi non può provare la sua buona condotta Le autorizzazioni devono essere revocate quando nella persona autorizzata vengono a mancare, in tutto o in parte, le condizioni alle quali sono subordinate, e possono essere revocate quando sopraggiungono o vengono a risultare circostanze che avrebbero imposto o consentito il diniego della autorizzazione. Sono inoltre esclusi coloro nei cui confronti sia stata applicata una delle misure previste dalla legge 31 maggio 1965, n. 575, ovvero a misure di sicurezza.
Inoltre le licenze di esercizio pubblico non possono essere rilasciate a chi sia stato condannato per reati contro la moralità pubblica e il buon costume, o contro la sanità pubblica o per giuochi d'azzardo, o per delitti commessi in istato di ubriachezza o per contravvenzioni concernenti la prevenzione dell'alcoolismo, o per infrazioni alla legge sul lotto, o per abuso di sostanze stupefacenti

REQUISITI OGGETTIVI
Riguardano il rispetto della normativa antincendio, di sicurezza e igiene dei locali e delle aree adibite al pubblico spettacolo stabiliti dal DM 19/8/1966Nel caso in cui i locali o le aree individuate per il pubblico spettacolo abbiano una capienza contenuta entro le 200 persone i requisiti di igiene, sicurezza e conformità antincendio dei locali sono attestati dalla relazione di un professionista abilitato (ingegnere, architetto, geometra, perito industriale) iscritto al rispettivo ordine o albo professionale. In caso di capienza superiore a quella indicata il rilascio della licenza di pubblico spettacolo è soggetta a preventivo sopralluogo della Commissione Comunale di Vigilanza sui locali di pubblico spettacolo, che esprime un parere sull'agibilità di pubblico spettacolo dei locali (o dell'area)
Se l'evento si svolge su area pubblica l'organizzatore dovrà preventivamente munirsi della concessione di area pubblica previa apposita istanza all'Ufficio Tecnico del Traffico attraverso lo Sportello Polifunzionale
Normative
TULPS R.D. 6 maggio 1940 n. 635
Reg. esec. TULPS D.M.19 agosto 1996
D.M.19 agosto 1996
Documentazione
- segnalazione certificata di inizio attività compilata in ogi sua parte e sottoscritta digitalmente
- relazione tecnica descrittiva a firma di un tecnico abilitato che attesti la rispondenza dell'area o locale adibita al pubblico spettacolo alle regole tecniche stabilite con devreto del Ministero dell'interno 19/8/1996;
Detta relazione deve essere comprensiva di:

- relazione previsionale di impatto acustico, a firma di tecnico abilitato che attesti il rispetto dei limiti di rumorosità stabiliti dal piano di zonizzazione acustica per la zona in cui ha luogo lo spettacolo. In caso contrario occorrerà produrre contestualmente alla s.c.i.a. domanda di autorizzazione in deroga al superamento dei limiti di rumore secondo le procedure previste dal Regolamento comunale
Modalità avvio
L'attività può essere iniziata dopo aver presentato la segnalazione certificata di inizio attività completa degli allegati richiesti.
Essa dovrà essere obbligatoriamente completata con la trasmissione dei certificati di corretto montaggio di tutte le strutture utilizzate
Dove rivolgersi
L'attività è soggetta a segnalazione certificata di inizio attività; questa deve essere presentata per il tramite del portale nazionale "Impresa in un giorno", che svolge il servizio di Sportello Unico alle Imprese in delega alla Camera di Commercio per conto del Comune di Rivoli. Ad esso si accede attraverso il link apposito del SUAP sulla pagina web del Comune di Rivoli, oppure direttamente al portale: www.impresainungiorno.gov.it
Per avere informazioni sullo stato del procedimento ci si può rivolgere al Servizio Commercio, mail: commercio@comune.rivoli.to.it
Ufficio competente dell'adozione finale
Dirigente della Direzione Risorse Umane e Servizi ai Cittadini e alle Imprese
Strumenti di tutela amministrativi e giuridizionali
TAR Piemonte entro 60 gg dalla notifica del provvedimento o in alternativa il Presidente della Repubblica entro 120 gg. dalla stessa data

immagine bottone indietro