Sportello Polifunzionale

Filo Diretto con il Comune

Calcoli

Rivoli App

News PA

Scarica e installa Adobe Acrobat Reader per visualizzare i documenti in formato pdf.

Scarica Adobe Acrobat Reader

AREE TEMATICHE

Titolo Procedimento
ATTIVITA' RICETTIVE - APERTURA DI UN ALBERGO
Oggetto
Sono aziende alberghiere le aziende organizzate per fornire al pubblico, con gestione unitaria, alloggio in almeno 7 camere o appartamenti, con o senza servizio autonomo di cucina, ed altri servizi accessori per il soggiorno, compresi eventuali servizi di bar e ristorante.
Le aziende alberghiere si distinguono in:
"alberghi" quando offrono alloggio prevalentemente in camere;
Sono aziende alberghiere le aziende organizzate per fornire al pubblico, con gestione unitaria, alloggio in almeno 7 camere o appartamenti, con o senza servizio autonomo di cucina, ed altri servizi accessori per il soggiorno, compresi eventuali servizi di bar e ristorante.
Le aziende alberghiere si distinguono in:
" "alberghi" quando offrono alloggio prevalentemente in camere;
" "residenze turistico-alberghiere" quando offrono alloggio prevalentemente in appartamenti costituiti da uno o più locali, dotati di servizio autonomo di cucina.
La classificazione come albergo o come residenza turistico-alberghiera viene determinata dalla prevalenza, nel computo della capacità ricettiva, tra camere e appartamenti.
Negli alberghi è consentita la presenza di unità abitative dotate di servizio autonomo di cucina a condizione che il numero dei posti letto non sia superiore al 40 per cento della capacità ricettiva totale
Direzione
DIREZIONE RISORSE UMANE E TUTELA DEL CITTADINO
Servizio
COMMERCIO, SUAP - SPORTELLO UNICO ATTIVITA' PRODUTTIVA
Responsabile del procedimento
CALIGARA RENZO
Requisiti
REQUISITI SOGGETTIVI
Occorre essere esenti dalle seguenti cause ostative:
Salve le condizioni particolari stabilite dalla legge nei singoli casi, le autorizzazioni di polizia debbono essere negate:
1) a chi ha riportato una condanna a pena restrittiva della libertà personale superiore a tre anni per delitto non colposo e non ha ottenuto la riabilitazione;
2) a chi è sottoposto all'ammonizione o a misura di sicurezza personale o è stato dichiarato delinquente abituale, professionale o per tendenza.
Le autorizzazioni di polizia possono essere negate a chi ha riportato condanna per delitti contro la personalità dello Stato o contro l'ordine pubblico, ovvero per delitti contro le persone commessi con violenza, o per furto, rapina, estorsione, sequestro di persona a scopo di rapina o di estorsione, o per violenza o resistenza all'autorità, e a chi non può provare la sua buona condotta
Le licenze di esercizio pubblico non possono essere date a chi sia stato condannato per reati contro la moralità pubblica e il buon costume, o contro la sanità pubblica o per giuochi d'azzardo, o per delitti commessi in istato di ubriachezza o per contravvenzioni concernenti la prevenzione dell'alcoolismo, o per infrazioni alla legge sul lotto, o per abuso di sostanze stupefacenti

REQUISITI OGGETTIVI
Destinazione urbanistica. L'immobile da destinare ad albergo deve avere una destinazione urbanistica turistico-ricettiva. Pertanto se non dovesse possedere questo fondamentale requisito dovrà essere richiesto al comune un cambio di destinazione d'uso e si dovranno pagare i relativi oneri di urbanizzazione.
Igienico-sanitari.Le camere d'albergo devono possedere i requisiti tecnici ed igienico sanitari previsti dalla l.r.34/1988 e s.m.i.
Abbattimento barriere architettoniche. Le strutture ricettive alberghiere di nuova realizzazione o in fase di ristrutturazione devono attenersi alle norme contenute nella legge 13/1989 e nel Decreto del Ministero dei Lavori Pubblici n°236/89.
Laddove sia possibile deve essere sempre garantita l'accessibilità e l'adattabilità dei locali anche per le strutture esistenti.
Sono ammesse deroghe alle norme previste soltanto in caso di dimostrata impossibilità tecnica connessa agli elementi strutturali ed impiantistici. Le suddette deroghe sono concesse previo parere favorevole dell'Ufficio tecnico o del tecnico incaricato dal Comune per l'istruttoria dei progetti.
Per gli esercizi alberghieri siti in immobili esistenti e classificabili come "albergo-dimora storica" o come albergo a 2 stelle il requisito dell'ascensore e del montacarichi non è obbligatorio nel caso di dimostrata impossibilità di realizzazione connessa agli aspetti strutturali o impiantistici od al rispetto di norme di legge e regolamenti.
Antincendio. requisiti previsti in materia di prevenzione incendi ai sensi del decreto del Ministro dell'Interno 9 aprile 1994 (Approvazione della regola tecnica di prevenzione incendi per la costruzione e l'esercizio delle attività ricettive turistico-alberghiere), qualora richiesti;
Igienico sanitari riferiti alla produzione e somministrazione di alimenti. Qualora si intenda svolgere attività di somministrazione di alimenti e bevande, occorre presentare all'ASL competente territorialmente una Notifica sanitaria relativa alla sicurezza alimentare dei cibi messi a disposizione degli ospiti. Il modello per la notifica di inizio, variazione o cessazione dell'attività (allegato 1 alla DD n°799 del 15/11/2012) è rinvenibile sul seguente sito internet regionale:
www.regione.piemonte.it/sanita/cms2/alimenti/notifica-imprese-alimentari
Normative
l.r.31 del 15/04/1985 e s.m.i.
l.r. 34 del 14/07/88 e s.m.i.
DM 09/04/1994
Documentazione
Ai fini dell'inizio attività occorre produrre la segnalazione certificata di inizo attività accompagnata dai seguenti documenti:
Denuncia delle attrezzature, delle caratteristiche e dei prezzi
In caso di somministrazione alimenti e bevande, notifica sanitaria ai sensi dell'articolo 6 del Regolamento
CE n. 852/2004 rinvenibile sul sito internet all'indirizzo:
http://www.regione.piemonte.it/sanita/cms2/alimenti/notifica-imprese-alimentari
Inoltre andranno prodotti i seguenti documenti tecnici:
Pianta planimetrica aggiornata dei locali in scala 1:100 (con riferimento per ciascun locale a:
destinazione d'uso, n. posti letto, altezza, superficie di calpestio, superficie finestrata apribile e
rapporto illuminante) corredata da sezioni e prospetti eseguiti e firmati da un tecnico abilitato e dal
titolare dell'attività
Denuncia della classifica
Denuncia delle attrezzature, delle caratteristiche e dei prezzi
Dichiarazione di conformità, rilasciata da un tecnico abilitato ai sensi della normativa
vigente concernente la regolare esecuzione alla regola d'arte dei seguenti impianti tecnici:
o impianto ELETTRICO (compresa idoneità messa a terra);
o impianto IDRO-SANITARIO;
o impianto TERMICO;
o eventuale impianto A GAS;
o eventuale impianto DI CLIMATIZZAZIONE/CONDIZIONAMENTO
(In caso di impianti preesistenti, ove non sia possibile reperire la documentazione di cui sopra, deve essere
disponibile apposita DICHIARAZIONE di RISPONDENZA ai sensi del D.M. 37/2008 (per gli impianti realizzati
dopo il 1990 e prima del marzo 2008) oppure PERIZIA (per gli impianti realizzati antecedentemente al 1990) redatta
da un professionista abilitato, per le specifiche competenze tecniche richieste, attestante l'idoneità degli impianti
alla legislazione vigente)
(In caso di eventuali apparecchi singoli per riscaldamento (es. radiatori individuali, stufe a legna e simili) deve
essere fornita apposita dichiarazione redatta da tecnico abilitato attestante il rispetto delle norme tecniche di settore e
dei regolamenti igienico-edilizi comunali vigenti)
Dichiarazione attestante le caratteristiche di sicurezza di SUPERFICI VETRATE
(In caso di edifici esistenti, non di nuova costruzione, tale dichiarazione è da reperirsi solo in caso di
modifiche a infissi e/o serramenti)
Certificazione ENERGETICA DEGLI EDIFICI, rilasciata da tecnico abilitato nei casi
previsti dal D.Lgs. 192/2005 e s.m.i.
(In caso di edifici esistenti, non di nuova costruzione, tale certificazione è da reperirsi solo in caso di
modifiche strutturali e impiantistiche)
Certificazione di IMPATTO ACUSTICO, rilasciata da tecnico abilitato nei casi previsti dal
D.P.R. 19/102011, n.227 (nei casi di non esclusione previsti dall'articolo 4,comma 1 e Allegato B);
Data
Dove rivolgersi
La segnalazione certificata di inizio attività deve essere presentata per il tramite del portale nazionale "Impresa in un giorno", che svolge il servizio di Sportello Unico alle Imprese in delega alla Camera di Commercio per conto del Comune di Rivoli. Ad esso si accede attraverso il link apposito del SUAP sulla pagina web del Comune di Rivoli, oppure direttamente al portale: www.impresainungiorno.gov.it
Per avere informazioni sullo stato del procedimento ci si può rivolgere al Servizio Commercio, mail: commercio@comune.rivoli.to.it


Una illustrazione esaustiva, completa di utili FAQ per l'esercizio dell'attività può essere consultata sul sito web della Regione Piemonte alla pagina http://www.regione.piemonte.it/turismo/cms/turismo/strutture-ricettive/alberghi.html
Strumenti di tutela amministrativi e giuridizionali
TAR Piemonte entro 60 gg dalla notifica del provvedimento o in alternativa il Presidente della Repubblica entro 120 gg. dalla stessa data

immagine bottone indietro